Puzza di subacqueo

calzari sub

Dai, non giriamoci tanto attorno, i calzari bagnati puzzano da morire, impestando tutto l’ambiente circostante.

Tornate a casa da una settimana di immersioni, o semplicemente una sessione in piscina, mettete ad asciugare i vostri calzari dopo averli sciacquati, e niente, vi riempite la stanza di un odore difficile da descrivere, tutt’altro che piacevole. Sembra quasi che qualcuno si sia dimenticato un formaggio francese per svariati giorni sul pavimento della cucina. Asciugandoli, per fortuna, la situazione migliora, ma se avvicinate il vostro naso all’apertura del calzare asciutto state tranquilli che un mezzo giramento di testa per l’odore non ve lo toglie nessuno.

Che fare allora?

Immergersi senza calzari con un bel paio di pinne a scarpetta può essere un’idea, ma dovrete limitare i vostri tuffi a piscine e mari tropicali, che sarebbe anche bello, ma se siamo fortunati lo possiamo fare una volta all’anno…di immergerci in piscina naturalmente, svariate volte al mese raggiungo mari tropicali per immergermi (adoro sognare il mare durante le mie ore notturne).

Da quando insegno in piscina ai miei allievi ho optato per una soluzione drastica: tagliarmi i piedi. No, scherzo ovviamente, ho eliminato i calzari, passando a pratiche pinne a scarpetta che non lasciano odore dopo il loro utilizzo. Non so perché ma quest’ultima parte mi sembra presa da qualche spot televisivo. Come potrete ben immaginare, il Mediterraneo è un mare temperato, e necessitiamo di uno strato di neoprene tanto amato per mantenere i nostri piedini ben al caldo.

Deodorante per scarpe?

Può essere una gran bella idea, tralasciando il deterioramento accelerato del neoprene e il dover svuotare ogni volta un flacone intero di deodorante; infine dubito che un piede profumato in immersione possa rendere più interessante il nuotare del subacqueo alle vostre spalle.

Adoro la mia muta stagna, adoro soprattutto starmene al calduccio sott’acqua e uscire bello asciutto, sempre se non si allaghi (facciamo le corna), pronto per mangiare un bel pezzo di focaccia senza dovermi avvolgere nell’asciugamano come un bruco quando fa il bozzolo. Motivo principale del mio uso continuativo di una muta stagna? Oltre a quello detto qui sopra, non dover indossare i maledetti calzari, che impiegano una vita ad asciugare, sgocciolano ovunque e se non si fosse ancora capito: puzzano.

Non vogliamo parlare della sensazione nell’indossarli il giorno dopo un’immersione, umidicci e viscidi, facendo salire un brivido lungo tutta la schiena. Non dimentichiamo poi la complessità nell’indossarli umidi, peggio di una semistagna di una taglia in meno.

Soluzione?

Non ne esiste una vera e propria.

Io li sciacquo per bene nella vasca da bagno aggiungendo un tappo di disinfettante liquido, quello per i biberon dei bambini per intenderci, e li lascio asciugare per bene all’ombra e all’aria. Per quei giorni che aspetto si asciughino vado in giro con una bella molletta per il naso; devo dire che lo stringi naso da apnea della Mares è stato un ottimo acquisto sia per l’acqua che per la puzza di cadavere che esce da quei calzari. Infine, una volta asciutti anche dentro, li metto in un scatola (una delle scarpe), vicino al resto della mia attrezzatura. Così facendo i calzari rimangono puliti, asciutti e con un buon riciclo d’aria (evitate sacchetti di plastica ermetici) e non impuzzano tutto il resto.

Mettiamoci l’anima in pace e concordiamo prima con il nostro partner un luogo in cui metterli ad asciugare, magari in una zona poco frequentata della casa. Meglio trovare qualcuno che sia subacqueo come voi, altrimenti i calzari potrebbero proprio essere il motivo della vostra rottura.

Ho voluto scrivere qualcosa di alternativo e più leggero rispetto agli articoli precedentemente pubblicati, spero vi abbia giovato e divertito.

Se volete farvi altre due risate leggete quello che ho scritto qui:

Immergersi con la Patata

4 risposte a “Puzza di subacqueo”

  1. ahahahaha troppo divertente. Grande articolo

  2. […] un bel ricircolo nei piedi non può che giovarvi, e intanto non dovrete far asciugare i calzari, che come saprete bene dal mio articolo non è una delle migliori fragranze per aromatizzare gli…. Evitate le pinne da apnea, vi darebbero più spinta e riuscireste a vincere meglio la corrente, ma […]

  3. […] un bel ricircolo nei piedi non può che giovarvi, e intanto non dovrete far asciugare i calzari, che come saprete bene dal mio articolo non è una delle migliori fragranze per aromatizzare gli…. Evitate le pinne da apnea, vi darebbero più spinta e riuscireste a vincere meglio la corrente, ma […]

  4. […] Se volete farvi altre due risate leggete questo articolo che ho scritto: Puzza di subacqueo […]

Lascia un commento