Niente foto per cominciare bene

Specchio, iPhone e domenica pomeriggio passato a girar negozi, tutto l’occorrente per essere fashion blogger. Forse un minimo di gusto e possibilità economiche per entrare in negozi di classe sarebbero utili, ma a volte sembrano quasi superflue. Analizzando il soggetto e la scena si capisce che la fotografia risulta molto semplice e immediata, per non parlare del riscontro che genera in like e views.

Perché questa intro che si discosta dal mondo subacqueo? Tranquilli, non voglio diventare un fashion blogger, trasformando completamente il mio sito, il massimo a cui posso aspirare è un muta blogger, visto che le indosso per la maggior parte del mio tempo. La fotografia sarà il tema di questo scritto, non la scelta della macchina, dell’obbiettivo, della scena…. per quello esistono i fotografi e sicuramente sanno spiegare molto meglio di me. Come fatto nell’articolo riguardo il buddy check voglio parlare di tutto quello che sta attorno alla fotografia.

La fotografia è un’attività complessa che richiede nozioni sia pratiche che teoriche.
Tralasciando la fotografia professionale e parlando solo di quella amatoriale, è noto che bisogna conoscere qualche nozione fondamentale (distanza dal soggetto, inquadratura e luce direi che sono i principali) e delle buone tecniche per riuscire ad avere uno scatto decoroso. No, non tecniche di fotografia ma di subacquea.
Ricordate l’articolo “imparare dagli errori”? Vi riporto qualche riga di quello che avevo scritto:

“Comprare una macchina fotografica troppo presto: … Le prime volte ci sono un sacco di cose da controllare e regolare, movimenti che successivamente diventano automatici e semplici immergendosi regolarmente. Bene, volete aggiungere a tutto quel casotto anche una macchina fotografica? Per scattare delle belle foto (lasciamo perdere inquadratura, luce, ambiente etc…) con un soggetto che non risulti mosso bisogna avere …”

esatto, questo è un articolo per approfondire proprio quel punto specifico.

Tempo

Fotografare è notoriamente un’attività che richiede molto tempo. Sott’acqua dovrete cercare il pesce giusto (non sempre avrete la fortuna che si palesi davanti ai vostri occhi), aspettare che sia in una posizione ottimale per inquadrarlo e fotografarlo, in assetto. Credetemi, ci metterete un’infinità di tempo le prime volte.

Assetto

Deve essere perfetto, per non rovinare la vita marina e non fare foto mosse.
Le pinne devono stare ferme mentre fotografate e dovrete regolare la vostra quota con il solo uso dei polmoni, rimanendo immobili il più possibile e con e mani entrambe attaccate alla macchina fotografica. Se pensate di usare un bastone e una GoPro uscite dal mio sito e dedicatevi ad altro.
Ah, quasi dimenticavo, dovrete avvicinarvi senza spaventare o allontanare il pesce e senza alzare il minimo di sospensione. La macchina fotografica ha l’abitudine di mettere a fuoco i granelli di sabbia attaccati all’obiettivo, dimenticandosi del pesce. Potete sempre fotografare i sassi, quelli non scappano.

Consumi

Raddoppiano, per stare immobili a fotografare e per inseguire i vostri compagni che stanno continuando l’immersione. Se avete un buon compagno vi aspetterà, ma la guida non può far fare l’immersione attorno ad un solo pinnacolo perché voi non riuscite a fotografare qualcosa.

Costi

Una buona macchina fotografica ha prezzi elevati (un compatta), dovete poi aggiungerci il prezzo di uno scafandro per poterla usare sott’acqua, che solitamente costa quanto la fotocamera stessa, se non di più.
Comprane una economica? Finirete con il comprane una migliore un anno dopo. Con questo non vi suggerisco di certo di partire con una Reflex da 2’000€.

Action cam

Ne ho parlato in questo articolo.
Mi preme sottolinearvi che oltre all’action cam dovrete comprare lo scafandro per profondità elevate, staffa, torce…
Se proprio volete far vedere ai vostri amici cosa avete visto andate sul mio canale YouTube e mostrategli la bellezza del mondo marino.
La macchina fa solo l’80% del lavoro, il resto lo fa il fotografo.

Sunto finale

Acquistare una fotocamera troppo presto finisce col farvi fare brutte immersioni e 200 foto, finendo con l’eliminarne 195. (Quelle 5 poi le eliminerete l’anno seguente).
L’ho letto in un libro? Magari, l’ho imparato dopo aver comprato una macchina fotografica, aver cancellato tutte le foto, allagata, comprato un’ altra camera ed essere stato sul punto di buttare via tutto perché il mio istruttore faceva foto perfette e io invece no. Poi ho migliorato l’assetto e letto qualcosa sulla fotografia subacquea (esiste un corso apposta, dateci uno sguardo).
Conclusione? Dopo 40 immersioni e un assetto decente vi autorizzo a comprare una macchina fotografica e a spenderci qualche decina di immersioni per capire cosa vuol dire vedere il mondo da uno schermo grande qualche pollice.

Naturalmente solo con la pratica riuscirete a fare foto sempre più belle. Sulla terra ferma viene più semplice fotografare, d’altronde è da quando smettiamo di gattonare che ci alleniamo a camminare, impariamo prima a nuotare in assetto e poi a fotografare.

3 risposte a “Niente foto per cominciare bene”

  1. […] -12% Best Divers VD580 Becam Action Camera Staffa Mini Action Camera Singola Prezzo: EUR 49,50 Da: EUR 56,50 Normale staffa in alluminio a forma di U di BestDivers (marca leader per gli accessori subacquei in Italia), con supporti laterali in plastica per una migliore maneggevolezza dotata di quattro pratici fori per eventuali moschettoni o bracci ai quali collegare torce/flash. È naturalmente presente la classica vite per agganciare la vostra action cam. Si tratta di un supporto estremamente utile per compiere riprese il più possibile stabili e ben centrate, permettendovi di avvicinarvi al soggetto in totale praticità, guardando nello schermo per essere certi di star realizzando la perfetta inquadratura. L’utilizzo a due mani è suggerito, ma per brevi riprese è possibile usare una sola mano. Ricordate che per usarlo con entrambe le mani è necessario avere una buona padronanza dell’assetto. […]

  2. […] Nel precedente articolo abbiamo parlato di alcuni validi accessori che ci consentono di ottenere la configurazione perfetta per la nostra GoPro. Tralasciando che l’80% del lavoro lo fa il fotografo, la camera stessa ricopre comunque un ruolo importante per la risoluzione, ma soprattutto per semplicità e comodità d’utilizzo. Non mi metterò certo a trattare argomenti specifici, quali l’inquadratura o la messa a fuoco, esistono blog e guide di persone molto più esperte di me, inoltre ho già parlato in un precedente articolo dell’utilizzatore della camera. […]

  3. […] la prossima sessione di esami. Abbiamo parlato di svariati argomenti, come ad esempio se conviene fare foto con il brevetto open, l’importanza dello Scuba Skill Update e come imparare dagli errori altrui. Ho scritto pure […]

Lascia un commento