Immergersi con la Patata

patata in immersione

Iniziare un racconto così, con questo incipit, fa partire la vostra mente per viaggi pindarici, complice anche la reclusione forzata (più che corretta) a causa Covid-19.

Allora perchè non raccontare un fatto curioso avvenuto durante la crociera subacquea in Mar Rosso per passare il tempo?

Sì, ho fatto un’immersione intera con una patata nella tasca del mio gav, non è un titolo clickbait.

Perchè? Beh, il tutto è nato dal mio trainer. Prima dell’immersione infila la patata nel mio gav, per scherzo o provocazione non lo so (ero single durante la crociera, quindi a casa non c’era nessuna che avrei potuto tradire con una nuova patata).

Indossato il gruppo ARA faccio l’amara scoperta, e anzi che disfarmene decido di portarla con me. Non capita tutti i giorni di avere un pratico tubero di facile reperimento come buddy.

E così, con l’erogatore in bocca e una patata nel gav mi sono lanciato verso la barriera corallina per esplorare il mondo sommerso, ma ora non più solo.

Come si evince dalle foto ho cercato i posti migliori sul reef per immortalarla.

Sul corallo, di fianco ai miei compagni di immersione e perchè no, condividendola proprio con loro.

Morale della storia?

patata in immersione

Finita la quarantena regala anche tu una patata, renderai un sub un uomo più felice.

Se volete farvi altre due risate leggete questo articolo che ho scritto: Puzza di subacqueo

Lascia un commento