Deepblu: il social network per subacquei

Il motivo che mi spinge a comprare prodotti solo da alcune aziende si può riassumere in tre parole: prezzo, qualità ed ecosistema.

app e computer deepblu

I primi due non hanno bisogno di presentazione, a tutti piace spendere poco e avere la qualità migliore; per ecosistema intendo tutto ciò che l’azienda offre oltre al prodotto acquistato. Per fare un esempio avulso dalla subacquea Apple offre un interazione tra i suoi prodotti immediata e di facile uso, insieme a centri specializzati sempre pronti ad aiutare in caso di problemi.

Deepblu rispecchia questi tre punti con il suo Cosmiq+.

Come dicevo nella mia recensione:

computer adatto ai neofiti delle immersioni e sopratutto ai subacquei ricreativi, pensato per le generazioni cresciute con un telefono in mano, consapevoli dei vantaggi e della semplicità che questo può offrire, anche in immersione

Il pubblico a cui si rivolge questo computer è ben delineato, informato su cosa acquista proprio grazie alle recensioni che trova online. La mia generazione e quella successiva cercano molte informazioni online prima di un acquisto.

In questo articolo voglio soffermarmi su tutto ciò che l’azienda offre, gratuitamente, oltre al computer e un cinturino in camuflage super trendy.

L’applicazione

news feed deepblu

L’intero ecosistema Deepblu è accessibile tramite l’app disponibile per iOS e Android, suddivisa in sezioni come un social network, potremmo definirlo un Facebook per subacquei.

Il News Feed, denominato “Scopri” è la parte viva dell’applicazione. In essa vengono mostrate le foto e i profili di immersione di altri subacquei, propio come i post di Facebook. Si può mettere mi piace, commentare e visualizzare nel dettaglio informazioni come l’attrezzatura usata o la temperatura dell’acqua.

Questo torna utile per decidere che muta utilizzare o farsi un’idea di quello che troverete realmente sott’acqua.

State andando in una nuova località esotica e non avete la minima idea di dover appoggiavi per avere la vostra dose di azoto residuo?
Nella sezione “Planet” basterà inserire la località dove passerete le vostre vacanze e l’app vi fornirà i Diving Center presenti, i corsi che stanno per iniziare e anche i pacchetti di viaggio con eventuali scontistiche.

Gli amici vengono chiamati Buddy e potranno confermare le nostre immersioni tramite un semplice tap sull’applicazione.

Sono presenti inoltre gruppi, con temi specifici, uno dei miei preferiti è quello dedicato alle immersioni con squali, nel quale si possono trovare immersioni in zone specifiche e fotografie impressionanti.

Il Logbook

logbook deepblu

L’evoluzione dal cartaceo al digitale, a differenza degli altri settori, è molto a rilento nella subacquea. SSI è stata una delle prime a spostare tutta la loro offerta didattica sul digitale, semplificando lo studio da parte degli studenti, (basta avere il proprio smartphone e si può studiare ovunque) ma molti preferiscono ancora la sensazione che solo la carta piò offrire tra le loro mani. 

Da istruttore spingo sempre i miei allievi a compilare meticolosamente il divelog, inserendo tutti i dati dell’immersione e qualche commento. Ma alle volte la noia o il poco tempo a disposizione predominano in loro e finiscono con lo scriver solo il numero di immersione, profondità e tempo.

Poter osservare il profilo di immersione ha anche un’importante funzione di autoanalisi, permettendo di analizzare quanto ci si è discostati dalla quota prefissata o se avete fatto un immersione stile pallina da ping pong ( il grafico assomiglia più ad un Ecg che ad un rettangolo).

La maggioranza dei computer non mostrano il grafico sul proprio schermo, e per poterlo osservare bisogna collegarli ad un Pc (magari acquistando accessori specifici), poter collegare il Cosmiq+ senza fili al proprio telefono è di sicuro un valore aggiunto.

Una volta scaricato il profilo di immersione sull’app sarà possibile modificare tutti i parametri di immersione (attrezzatura usata, condizioni meteo…) tramite pochi tap sullo schermo, decidendo poi se condividere tutti i dati sull’app stessa con gli altri utenti oppure tenerli per se, come fosse il nostro divelog personale.

Nell’app Deepblu è inoltre presente la possibilità di condividere il profilo del tuffo con i propri amici anche tramite WhatsApp, per far sapere a tutti dove siete e soprattutto cosa avete avvistato.

Subacquea ricreativa

Una applicazione intuitiva, che non necessita della connessione internet costante per funzionare, e il Cosmiq+ con la sua batteria ricaricabile e la lunga durata sono ingredienti fondamentali per un subacqueo ricreativo.

Nel mio recente viaggio in Madagascar  ho portato dietro il mio Cosmiq+, senza avere in testa l’idea di immergermi. Ho finito con l’usarlo sia in apnea, con le tartarughe e gli squali balena, che in immersione, decidendo il giorno prima di indossare il gav e buttarmi nello stretto del Mozambico.

Semplicità e immediatezza d’uso mi hanno spinto a portare sempre con me questo computer, a condividere foto e profili d’immersione sul social Deepblu, complice la costante presenza dello smartphone nella tasca dei miei bermuda.

Conclusioni

logo deepblu

L’evoluzione tecnologica ci spingerà sempre più a dimenticare fogli e matite nel cassetto, spostando tutto sul cloud accessibile d’ovunque. Deepblu mira proprio a questo cambiamento, fornendo tutti gli strumenti per avere solo vantaggi.

In un mondo sempre più connesso e fulmineo come quello dei social network, ora anche i subacquei avranno la possibilità di fare gli influencer come si deve. Io personalmente mi definisco Fishblogger.

Se volete approfondire l’argomento vi lascio il link al sito Deepblu con tutti i dettagli.

https://www.deepblu.com/discover/live

Lascia un commento