Cosmiq+ : Connessi dentro e fuori dall’acqua

Cosmiq+, il nuovo computer subacqueo dell’azienda taiwanese DeepBlu, desideroso di farsi strada in un mercato in cui i giovani troppo spesso non trovano strumenti adatti a loro.

La sua peculiarità, oltre alle numerose colorazioni, è la connettività Bluetooth che permette di accoppiarlo con il proprio smartphone e condividere la propria immersione in un social network dedicato.

Confezione

Sono presenti due cinturini Nato resistenti e abbinati alla cornice interna del computer, permettendo di indossare il computer con tutti i tipi di muta. Molto bella la colorazione camouflage.

Il cavo di ricarica da 50cm ha l’attacco usb da un lato e un connettore magnetico da inserire nella parte posteriore del Cosmiq+. La batteria ha una durata di 12h in modalità immersione, permettendo di svolgere 6 o 7 tuffi, mentre arriva anche ad un mese in modalità standby.

Completano la confezione un manuale di istruzioni e due proteggi schermo da applicare.

Molto apprezzata l’assenza di plastica monouso all’interno della confezione, un piccolo gesto che il mare apprezza.

Pre – Immersione

Poter settare il proprio computer prima del tuffo, senza dover andar a rileggere le istruzioni è un bel vantaggio. Cosmiq+, tramite l’app Deepblu, permette di regolare tutti i parametri per l’immersione (PpO2 e allarme di profondità solo per citarne alcuni), tramite un menù semplice e intuitivo, il tutto in lingua italiana.

Siete in barca e il telefono non lo volete nemmeno tirare fuori dalla sacca stagna (in quel caso vi consiglio questo zaino che io stesso uso) per paura che una goccia lo faccia implodere?

Il computer di Deepblu è settabile anche tramite i due bottoni presenti, basta infatti recarsi sul menù immersione e regolare la percentuale di ossigeno se state per immergervi in nitrox. Questo rende il Cosmiq+ un computer facile da impostare, per esempio il mio G2 della Scubapro risulta essere più macchinoso.

Immersione

Lo schermo LCD da 2.2 pollici retroilluminato permette una lettura precisa e immediata in ogni condizione di visibilità. 

La disposizione delle informazioni è funzionale e molto intuitiva: al centro, con numeri belli grandi, vi sta la profondità attuale, in alto a destra, sempre in caratteri grandi, si trova il No Deco Time.

Durante la tappa di 3 minuti a 5 metri viene mostrato il tempo residuo al posto del No Deco Time, usando i secondi. Cosa intendo? Che il computer mostra: 180, 179, 178 … Usare il conteggio in minuti (3:00 2:59 …) sarebbe stato preferibile e più rapido per la lettura, anche perchè non ho dita libere per fare i conti mentre sono in tappa.

L’algoritmo di decompressione è il Bühlmann ZHL-16C, con 3 differenti safety factor: Conservativo, Normale e Progressivo.

L’intervallo di superficie minimo è di 5 minuti, ciò significa che se svolgete una seconda immersione senza aspettare questi fatidici 5 minuti il computer ve le segnerà come un tuffo unico.

Permette di effettuare solo immersioni in aria o nitrox, fino al 40%, senza stage decompressive.

Apnea

Durante la modalità apnea il computer mostra il tempo trascorso in immersione al centro del display, con caratteri molto grandi, attorno vengono mostrate le principali informazioni necessarie durante una sessione di Freediving.

Una volta usciti dall’acqua viene mostrato il tempo trascorso in superficie al centro dello schermo.

Si possono impostare 3 allarmi, sonori, di profondità e uno di tempo trascorso sotto la superficie.

Dive Log

Cosmiq+ è pensato per semplificare il divelog e farlo diventare uno strumento social, da condividere con i propri amici e con i subacquei di tutto il mondo.

La sua peculiarità infatti è quella di collegarsi via Bluetooth 4.0 al proprio smartphone ( lo so, altri computer lo fanno, ma aspettate e continuate la lettura), e tramite l’app Deepblu, scaricare il profilo di immersione e condividerlo sulla parte social dell’app. Se siete dotati di una fotocamera compatibile potrete scaricare le foto e l’app le disporrà lungo il profilo d’ immersione. 

Potrete inoltre aggiungere tutte le informazioni sull’immersione appena svolta.

In un mondo sempre più social, perchè non rendere anche un tuffo qualcosa di condivisibile?

Conclusioni

Il Cosmiq+ è un computer adatto ai neofiti delle immersioni e sopratutto ai subacquei ricreativi, pensato per le generazioni cresciute con un telefono in mano, consapevoli dei vantaggi e della semplicità che questo può offrire, anche in immersione.

Il suo punto di forza è la connettività bluetooth e l’ecosistema presente nel’ app Deepblu, ponendolo una spanna sopra tutti gli altri competitors.

Poi diciamocelo, poter condividere un immersione con avvistamento squali fa guadagnare un sacco di like.

Se siete interessati all’acquisto usate il codice DEEPR per avere uno sconto di 50$ sul sito Deepblu.

Vi lascio il video con la recensione e le varie sessioni svolte sott’acqua per provare il computer.

Specifiche tecniche

1 gas solo, con nitrox massimo 40%

Ppo2: fino a 1.6

Algoritmo: Bühlmann ZHL-16C

Profondità massima: 100 m

Batteria: 12h in immersione, fino a 6 settimane in standby

Batteria al litio ricaricabile, con il suo cavo usb

Logbook: 25 immersioni

Bluetooth 4.0


3 risposte a “Cosmiq+ : Connessi dentro e fuori dall’acqua”

  1. […] Come dicevo nella recensione completa, la sua portabilità e connettività bluetooth lo rendono il computer perfetto per chi viaggia e pratica immersioni ricreative.  […]

  2. […] invece volete qualcosa di diverso e smart leggete la mia recensione del Cosmiq+, un computer con connettività bluetooth e applicazione […]

  3. […] Come dicevo nella mia recensione: […]

Rispondi a Migliori accessori subacquei su Amazon • DeepR Annulla risposta